Perdita di capelli: occhio all’autunno e al periodo delle castagne

Perdita di capelli

 

Perdita di capelli

Contrariamente a quanto noto ai più, la perdita di capelli, fenomeno che colpisce uomini e donne di tutte le età che ogni anno si ingegnano per trovare rimedi efficaci, è molto legata ai cambi di stagione.

 

La perdita dei capelli, infatti, è fortemente condizionata dall’alternarsi delle stagioni. Sebbene la vox populi voglia che “non ci sono più le mezze stagioni”, sono proprio primavera ed autunno ad influenzare maggiormente la perdita dei capelli: fino al 30% in più rispetto agli altri periodi dell’anno.

 

Solo il 10% delle persone non è influenzata dal cambio di stagione per quanto riguarda la perdita di capelli, e proprio questo periodo, quello dell’autunno fra ottobre e novembre, è il peggiore dell’anno. E’ infatti noto come “il periodo delle castagne”.

 

Le attività stressanti che il cuoio capelluto subisce soprattutto in estate, come lavaggi frequenti e alimentazione irregolare, si pagano soprattutto successivamente. Fra settembre e novembre tutte i vizi accumulati durante l’estate tornano alla luce del sole, sotto forma di un incremento della crescita di capelli.

 

Scienza della crescita dei capelli

 

Certo, nella maggior parte dei casi si tratta di un processo fisiologico. Da ogni bulbo pilifero, infatti, nasce un capello. Come molti altri organi del corpo, il capello nasce, cresce e alterna le proprie fasi dello sviluppo fino a quando, infine, cade. Il ciclo di vita di un capello può durare fino a sette anni. Qualcuno, però, incorre in una perdita dei capelli ulteriore: se infatti dopo il “periodo delle castagne” continuate a perdere ingenti quantità di capelli, è il caso di rivolgersi ad un esperto in tricologia.

 

La perdita di capelli è molto spesso causa di contraccolpi psicologici e fonte di disagio con la propria immagine, tanto per gli uomini che per le donne. Il mercato propone una vasta gamma di soluzioni più o meno drastiche: si va dagli oli essenziali per contrastare la caduta alle pillole da assumere giorno dopo giorno, fino alle soluzioni più drastiche per i casi più complessi come il trapianto di capelli.

 

Da qualche tempo, in Italia, è sbarcata Skalp, leader mondiale nella tricopigmentazione permanente, uno speciale trattamento che serve a occultare la perdita dei capelli ridando sicurezza e coerenza al proprio aspetto fisico. Grazie anche a consulti gratuiti offerti alla clientela, il trattamento pioneristico e innovativo che porta il nome di tricopigmentazione permanente.

 

Si tratta di un metodo rivoluzionario: i tecnici professionisti di Skalp opereranno sul vostro cuoio capelluto un tatuaggio medico che riporta, con colorazione e forma dipendenti dalla vostra conformazione fisiognomica, l’aspetto dei follicoli e dà la sensazione di una testa rasata e folta di capelli.

 

Per dire vade retro al “periodo delle castagne” e alle sue conseguenze sulla vostra vita quotidiana basta alzare il telefono e chiamare Skalp. Troverete un personale particolarmente cordiale e attento ai vostri bisogni, pronto a rispondere ad ogni vostro dubbio o domanda.

 

 

 

error: Content is protected!!!